Merluzzo Norvegese Skrei: Vera Prelibatezza Culinaria

Lo Skrei è un tipo particolare di merluzzo norvegese (Gadus Morhua), disponibile soltanto da gennaio ad aprile, grazie all’impegno e alla dedizione dei pescatori norvegesi che sfidano il mare e le intemperie giorni più freddi dell’anno per pescarlo. Questi pescatori usano una cautela particolare nella cattura dello Skrei selvatico per mantenerne la qualità inalterata, garantendo così che soltanto il migliore merluzzo norvegese possa raggiungere le nostre tavole.

Ma che cosa rende lo Skrei così speciale? Migrando lungo vaste distanze, la carne di questo pesce vigoroso diventa eccezionalmente soda, bianca e morbida. Lo Skrei è un pesce magro e saporito, della più elevata qualità, ricco di proteine, vitamine (in particolare vitamina D), minerali e acidi grassi essenziali omega-3.

merluzzo Skrei norvegese di alta qualità

Si tratta quindi di una vera prelibatezza culinaria, che deve soddisfare severi requisiti di qualità. Il merluzzo infatti:

  • deve essere pescato allo stato selvatico fra gennaio e aprile
  • deve essere adulto (circa 5 anni di età)
  • deve essere catturato nelle tradizionali zone di riproduzione lungo la costa norvegese
  • deve essere in perfette condizioni (nessuna intaccatura, o abrasione o danno di alcun genere)
  • deve essere imballato entro 12 ore dalla sua cattura
  • deve essere immagazzinato a una temperatura fra gli 0° e i -4°C
  • deve essere imballato e lavorato in conformità con severi criteri.

Inoltre il merluzzo di qualità Skrei, per avere questa denominazione, deve provenire da una delle più grandi e sostenibili riserve di merluzzo del mondo, la riserva del Mare di Barents, e deve essere certificato MSC – Marine Stewardship Council: soltanto il 10% di oltre 400 milioni di merluzzi migratori sono catturati e classificati Skrei.

Lo Skrei prende il nome da “å skrida”, un verbo dell’antica lingua norrena (lingua usata dagli abitanti della Scandinavia durante l’era vichinga) che significa “migrare” o “muoversi in avanti”. Nei primi mesi di ogni anno, infatti, in Norvegia accade qualcosa di straordinario: milioni di Skrei compiono una vera e propria migrazione dal mare di Barents, viaggiando per migliaia di chilometri e ritornano nella parte settentrionale della costa norvegese dove andranno a deporre le uova.

 

Merluzzo Skrei, il pesce innamorato

Ma perché viene chiamato anche “pesce dell’amore”? Ogni inverno, milioni di merluzzi nuotano verso la costa della Norvegia, pronti a ritornare ai loro luoghi di nascita per riprodursi, guadagnandosi così l’epiteto di “pesce dell’amore”. Tanto che in Norvegia, questo pesce è anche noto come “Valentine’s Fish” (pesce di San Valentino) perché lo Skrei si prepara per tutta la sua esistenza a compiere il viaggio che lo porterà ad incontrare il suo compagno o la sua compagna nelle zone di riproduzione.

Lo Skrei è quindi un vero e proprio diamante dei mari norvegesi, utilizzato per preparare tante deliziose ricette: oltre alla carne, soda e bianca, le uova sono una vera prelibatezza, così come il fegato, lo stomaco, la lingua e persino le mascelle.

E' utile? Condividilo!
Ti è piaciuto? Votalo!
Merluzzo Norvegese Skrei: Vera Prelibatezza Culinaria
4.3 (85%) 8 voti